Riflessioni e frasi di Meredith Grey

Meredith Grey

Meredith Grey

Le frasi e riflessioni della Dottoressa Meredith Grey nella serie tv Grey’s Anatomy.

  • La vita dell’uomo è fatta di scelte: si o no. Dentro o fuori. Su o giù. E poi ci sono le scelte che contano. Amare o odiare. Essere un eroe o essere un codardo. Combattere o arrendersi. Vivere o morire. Questa è la scelta importante. E non sempre è nelle nostre mani.
  • Vivere o Morire. Eroe o codardo. Combattere o arrendersi. Lo dirò di nuovo per essere sicuro che tu mi senta. La vita umana è fatta di scelte. Vivere o morire: questa è la scelta importate. E non sempre dipende da noi.
  • Gli psicologi ritengono che ogni aspetto della nostra vita, tutti i nostri processi mentali e gli schemi di comportamento siano il diretto risultato del rapporto con i nostri genitori. Che ogni rapporto umano che avremo sarà soltanto un’altra versione di quel primo rapporto. E noi cerchiamo continuamente di riuscire a capirlo.
  • I chirurghi sono molto attenti ai dettagli. a noi piacciono le statistiche, le liste di cose da fare e le procedure degli interventi. I nostri pazienti vivono perchè a noi piace studiare i passaggi, ma per quanto vorremmo sempre far affidamento sui numeri e sul protocollo, sappiamo anche che alcune delle più grandi scoperte scientifiche sono capitate grazie ad un incidente. Dalla muffa la penicillina, dalla corteccia di un albero velenoso una cura contro la malaria. Da una compressina blu contro la pressione alta l’impotenza è stata bandita. E’ difficile accettare il fatto che non siano sempre il duro lavoro o l’attenzione ai dettagli a darci le risposte che cerchiamo. Ma a volte dobbiamo solo sederci, rilassaci e aspettare l’incidente fortunato.
  • Quando ti ammali, tutto comincia da un singolo batterio. Un intruso solitario e virulento. Molto presto l’intruso si replica. Diventano due. Poi quei due diventano quattro. E quei quattro diventano otto. E poi, prima che il corpo se ne accorga, sei già sotto assedio. E’ un’invasione. la domanda per un medico è: una volta che gli invasori sono atterrati , una volta che hanno occupato il tuo corpo, come diavolo ti libererai di loro?
    Cosa fai quando l’infezione ti colpisce, quando prende il sopravvento? Fai quello che devi fare e prendi i farmaci? O impari a conviverci e speri che un giorno se ne vada? Oppure ti arrendi del tutto e lasci che l’infezione ti uccida?
  • La paranoia dà un vantaggio in sala operatoria. I chirurghi immaginano gli scenari peggiori. Sei pronto a chiudere, hai fermato l’emorragia. Lo sai ma c’è quella vocina in testa che ti dice: e se non fosse andata bene? E se il paziente morisse quando tu avresti potuto salvarlo? E così controlli il tuo lavoro un’ultima volta prima di chiudere. La paranoia è il miglior amico di un chirurgo.
  • Siamo tutti vulnerabili, per il timore, l’ansia di non sapere ciò che accadrà. E alla fine è inutile, perchè tutte le preoccupazioni e tutto il pianificare cose che potrebbero o non potrebbero accadere, peggiorano solo la situazione. E allora porta a spasso il cane o fa un risposino. Insomma, fai qualunque cosa, ma smettila di preoccuparti. Perchè l’unica cura contro la paranoia è essere, qui, così come sei.
  • E’ convinzione comune che pensare positivo contribuisca ad avere una vita più sana e più felice. Da bambini ci dicono di sorridere, essere allegri e fare la faccia contenta. Da adulti ci dicono di considerare il lato positivo, di essere ottimisti e vedere il bicchiere mezzo pieno. Ma a volte la realtà diventa un ostacolo alla nostra capacità di interpretare una parte allegra. La salute può non assisterti, il fidanzato tradirti, gli amici deluderti. E’ in quei momenti che vuoi solo la realtà, smetterla di recitare e essere te stesso, vero, spaventato e infelice.
You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress | Get Cheap or Free T-Mobile Cell Phones Online. | Thanks to Best Savings Accounts, Credit Cards and Reverse lookup